Home

Attestato Norman Academy

Attestato from Norman Academy

Desidero ringraziare il Senato Accademico della Norman Academy e l'amico-socio ANPS-USA Fabrizio Locurcio per avermi fatto assegnare questo prestigioso riconoscimento.

Il Presidente ANPS-USA

Sergio Cirelli

STREPITOSA VITTORIA PUGILISTICA DI FLORIANO

L'italiano Floriano Pagliara 

Il Webster Hall, situato nell’East Village della Grande Mela, è il più grande nightclub degli Stati Uniti, con una superficie interna di oltre tremilacinquecento metri quadrati. Risalente al 1866, è uno spazio famoso anche per I concerti e gli eventi sportive di grande risonanza internazionale.

La sera del 22 gennaio di quest’anno, nonostante il vento gelido e la temperatura polare, una grande folla si accalcava all’ingresso dello storico locale ben prima dell’apertura. L’occasione era l’incontro di pugilato per il titolo di campione del mondo nella categoria Pesi Piuma, evento organizzato dalla World Boxing Union.

I due avversari erano Antwan Robertson, il campione in carica, e Floriano Pagliara, lo sfidante. Il primo, statunitense, viene chiamato “Superman” e si presenta immancabilmente sul ring con il mantello del mitico eroe americano; il secondo è un giovane italiano nato in Germania da genitori pugliesi, ma cresciuto a Cecina (Livorno), il cui soprannome qui a New York è “l’Italiano”.

Una volta aperto l’ingresso, nel giro di pochi minuti l’intera sala si è riempita intorno al ring, posto al centro di quella che solitamente è la sala da ballo. Il pubblico era quasi interamente italiano, come si poteva vedere dalle centinaia di banidere tricolori, che sventolavano come se il vento fosse entrato a Webster Hall a partecipare all’evento. L’atmosfera era elettrizzata, con migliaia di tifosi che aspettavano ansiosamente l’inizio dell’incontro, gridando all’unisono il nome di PAGLIARA. L’entusiasmo tra gli spettatori era tale da creare l’impressione che si sapesse con certezza che sarebbe stato lui a vincere. Questi, fin dall’adolescenza, ha sempre avuto la passione del pugilato e dopo anni di incontri e vittorie da dilettante, nel 2006 è diventato pugile professionista nella categoria  Super Piuma. Ora, era il momento di provare che poteva sconfiggere un grande nome del pugilato americano. Quando lo speaker ha pronunciato la fatidica frase “Ladies and gentlemen, good evening and welcome!”, il pubblico ha emesso una sorta di ruggito, come per esprimere il proprio apprezzamento per l’inizio della serata. Dato che c’erano altri sette incontri prima dell’attesissimo match fra Robertson e Pagliaro, la folla dei nostri connazionali ha avuto modo di riscaldarsi per fare poi un tifo scatenato al momento giusto. In otto sudate riprese, Robertson è stato sconfitto pesantemente, sembrando perso di fronte alle implacabili scariche di pugni del Pagliara, tutti perfettamente assestati. La partecipazione cosi intensa del pubblico, i cui livelli di adrenalina dovevano essere molto simili a quelli del nostro pugile, faceva pensare di essere in un enorme stadio o nella scena del trionfo di Rocky.

L’ottimo gioco di Pagliara, un insieme di forza da gladiatore e agilità  da ginnasta,

hanno convinto pienamente i giudici, i quali lo hanno proclamato vincitore all’unanimità, aggiungendo al suo titolo italiano e a quello mediterraneo anche l’onore del titolo mondiale.

Al termine dell’incontro, il pubblico ha esultato alla vista del vincitore avvolto nel tricolore e l’entusiasmo si è espresso con applausi scoscianti quando Pagliara ha ringraziato tutti i suoi sostenitori di sempre , a partire dai tifosi e dal manager. Prima di lasciare il ring, ha chiamato Stefania, la sua ragazza e, con grande sorpresa di tutti (a partire dalla diretta interessata),  si è messo in ginocchio e le ha chiesto la mano. L’immediata accettazione de della proposta di matrimonio è stata la conclusione perfetta di una serata trionfante per il nuovo mito del pugilato mondiale, i cui festeggiamenti si sono svolti a Via della Pace, uno dei migliori ristoranti italiani in città.  Il proprietario, Giovanni Bertocci, è un pugile dilettante che segue da sempre la brillante carriera di Pagliara. Ai festeggiamenti erano presente oltre una schiera di amici e soci dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato, anche Andrea Crepaldi nuova promessa pugilistica e il campione mondiale welter WBA Paulie “ Magic Man “ Malignaggi.

Una settimana prima dell’incontro, il nostro campione ha partecipato ad una conferenza stampa in cui ha ricevuto dal sottoscritto, Presidente dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato, Sezione di New York e del New Jersey, un attestato di merito sportivo, che adesso, con la recentissima vittoria, assume un significato ancora più prestigioso. Il 26 gennaio, il Console Generale d’Italia, Ministro Plenipotenziario Natalia Quintavalle, ha ricevuto Pagliara negli uffici consolari, per fare i complimenti ed esprimere il proprio apprezzamento al grande pugile. Si è detta estremamente grata che Pagliara abbia fatto onore all’Italia con una prestigiosa vittoria che corona una carriera di grande successo, di cui il Ministro ha dimostrato di conoscere bene tutte le fasi salienti. Sia il riconoscimento dell’ANPS che la visita dal Console sono stati due momenti particolarmente significativi per Floriano Pagliara, che hanno reso la vittoria su Robertson ancora più apprezzata, grazie al riconoscimento istituzionale che non può che spronare il grande pugile a raggiungere altri traguardi importanti.

 

L'italiano

 

Sergio CIRELLI

Presidente A.N.P.S. sez. U.S.A.

Incontro di pugilato del 22 Gennaio 2015

Il presidente ed il direttivo tutti, invitano i soci e non, a partecipare alla grande serata di Boxe pesi superpiuma in cui il nostro socio Floriano Pagliara detto “l’italiano” affronterà sul ring lo sfidante Antwan Robertson.

L’incontro e’ fissato per il 22 Gennaio 2015 alle ore 7pm presso il Webster Hall di NY.
 
 Floriano Pagliara Incontro ny 22 Gennaio 2015

 Floriano Pagliara web site

Cosa Nostra: Operation "Underboss" in Italy and the US

Following an investigation conducted by the Central Operations Service (SCO) and the CID of Matera against the Mafia in Milan, Matera and New York eight people were arrested this morning, five in Italy and three in the US, and charged with criminal conspiracy to commit international extortion aggravated by mafia membership.

Among those arrested was also the Italian-American Francesco Palmieri, who is considered a leading member, or underboss, of one of New York's most powerful mob families, the Gambinos.

A total of 30 Italian and US cops encircled a the block in a Brooklyn suburb and carried out the raid.

A key figure in the investigation was John Grillo, called "John", who was arrested by the SCO at Milan Malpensa airport, just before leaving Italy with a one-way ticket to New York. Grillo was reportedly trying to extort 1 million euros from an Italian businessman, the owner of a leading company in automation and climate control systems based in Basilicata, southern Italy. 

The investigation began over a year ago as a follow up to operation "New Bridge", closed last February when SCO agents arrested 26 people, all belonging to a Mafia group who operated a drug trafficking route between Calabria and the United States.

Terzo Evento Nazioni Unite ANPS 2014

 Si e' tenuto Martedi' 14 Ottobre 2014 presso la Sede ANPS alla Libreria Penthouse del Palazzo di Vetro dell'ONU il Terzo Evento Annuale presso le Nazioni Unite dell'ANPS USA.

Presenti all'ormai consolidata e presitgiosa cerimonia un nutrito numero di cittadini italiani ed americani, organi di stampa ed importanti personalita' politiche Italiane e Statunitensi, tra cui l'Onorevole Roberto Menia, al quale e' stato consegnato un Attestato di Merito ed un riconoscimento delle Nazioni Unite, costruito simbolicamente con una delle pietre della riva dell"East River, ove poggia le fondamenta lo stesso Palazzo di Vetro.

Protagonista dell'evento e' stato l'ex agente dell'FBI Carmine F. Russo, al quale e' andato l'attestato di merito dell'ANPS USA dedicato a notabili membri delle Forze dell'Ordine dei due paesi, che si sono particolarmente distinti nel servizio. Carmine Russo e' stato uno dei protagonisti della lotta alla Mafia tanto in USA quanto in Italia. Commosso, Russo ha raccontato della sua esperienza nell'FBI, delle indagini sulla Pizza Connection, e dell'amicizia che lo ha legato a Giovanni Falcone e Rocco Chinnici.

Per maggiori dettagli sull'evento, clicca il link sottostante o premi qui per l'articolo originale di Riccardo Chioni di America Oggi

Read more: Terzo Evento Nazioni Unite ANPS 2014

Page 3 of 5

Traduttore Google


Joomla! Translation

Ultimissima!

Il presidente Sergio Cirelli alla XVesima edizione del Premio Internazionale “Joe Petrosino”

 

Il presidente Sergio Cirelli alla XVesima edizione del Premio Internazionale “Joe Petrosino” 

 

 

Il Presidente della Associazione “ANPS USA sezione New York e New Jersey Lt. Joe Petrosino” Ispettore Capo della Polizia di Stato Sergio Cirelli è stato invitato Sabato 10 Settembre alle ore 10:30 presso Certosa di San Lorenzo (Padula) alla XVesima edizione del Premio Internazionale “Joe Petrosino”.-

L’evento è organizzato dalla Associazione Internazionale “Joe Petrosino” del Presidente Vincenzo La Manna che insieme a tutto il direttivo all’unanimità ha fortemente richiesto la partecipazione del Presidente ANPS USA, il quale volerà in Italia direttamente da New York ed avrà il piacere e l’onore di poter premiare nel corso della manifestazione il Dottor Nicola Grattieri, attuale Procuratore della Repubblica di Catanzaro, il quale ha condotto varie operazioni nella lotta alla criminalità organizzata proprio negli Stati Uniti ed in particolare a New York con la collaborazione delle forze di polizie americane  e della Polizia di Stato. -
Nel corso della manifestazione, in cui saranno presenti anche l’attuale Sindaco di Padula Paolo Imparato e Nino Melito Petrosino pronipote di Joe Petrosino, verrano anche premiati il Comando Stazione Carabinieri di Secondigliano (NA) Giovanni Paparcuri, sopravvissuto alla strage del giudice Rocco Chinnici, e Giuseppe Costanza, sopravvissuto alla strage di Capaci.-Sarà dunque una ottima occasione per andare a consolidare ancor di più il rapporto oltreoceano creatosi tra le due associazioni intitolate a “Joe Petrosino” il poliziotto che sfido’ per primo la mafia italo-americana.-

 

Go to top