HomeUncategorisedGrande successo del viaggio umanitario del Presidente ANPS USA

Grande successo del viaggio umanitario del Presidente ANPS USA

L’ Ispettore Capo Sergio Cirelli e’ sbarcato nel bel paese domenica 23 agosto con una piccola delegazione ANPS USA ed alcuni membri della NPDF (National Police Defence Foundation) capitanata dal suo fondatore ed executive director Joe Occhipinti; all’arrivo in aeroporto la delegazione e' stata ricevuta dal personale della Polaria.

La fitta agenda piena di impegni ha preso il via gia' dalla prima mattinata di lunedì 24 con la visita alla segreteria nazionale e regionale della Consap; nel primo pomeriggio la delegazione veniva ricevuta dal direttore della sicurezza di Palazzo Chigi che ha condotto il gruppo attraverso una visita al palazzo di governo con il personale del cerimoniale.

Il martedì seguente, e' stato invece dedicato a diversi incontri istituzionali in Questura: prima in Sala Operativa dove il Dirigente del Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Roma ha illustrato agli ospiti il funzionamento e il coordinamento delle volanti e il pronto intervento e soccorso pubblico, e successivamente la delegazione veniva ricevuta dal vice Questore vicario il quale, dopo le formalità di rito, illustrava le funzioni del Questore e di come vengono gestite le grandi opere e le  manifestazioni  di ordine pubblico. Infine hanno avuto i piacere di assistere ad uno spettacolo unico nel suo genere: l’uscita del nucleo delle violanti con il saluto al funzionario.

Ma ciò che ha fortemente caratterizzato il viaggio e' stato senza ombra di dubbio il valore umano della trasferta italiana. La missione umanitaria riguardava la sedicenne Claudia Digregorio  che all'eta' di cinque anni fu colpita da una malattia sconosciuta che la rese gravemente disabile. Sfortunatamente la comunità medica italiana non e' stata in grado di identificare questa malattia, impossibilita' che ha portato il caso ad avere una copertura mediatica e ad arrivare ad una successiva visita privata da Papa Francesco. Come risultato, Papa Francesco ha fatto un appello internazionale affinché potesse essere identificata la malattia di Claudia. Grazie alla collaborazione tra ANPS USA e NPDF il Governo degli Stati Uniti ha permesso di far valutare Claudia presso il rinnovato ospedale nazionale di ricerca "National Institute of Health "a Bethesda in Maryland.

Nella serata di martedì quindi, presso l'hotel Michelangelo, si attendeva l’arrivo della piccola Claudia e dei suoi genitori, per accompagnarli il giorno successivo al Vaticano.

Il seguente mercoledì e' stato quindi dedicato a Claudia: prima la partecipazione all'udienza generale con i suoi genitori e dopo la funzione si aveva un incontro in udienza papale in forma privata con il santo Padre. Il pomeriggio  e’ proseguito all'interno dei musei del Vaticano. Al termine il presidente Cirelli, con la delegazione americana, veniva ricevuto all'interno della sala delle cerimonia della Gendarmeria vaticana per un meeting e scambio di doni ed un incontro riservato con le Guardie Svizzere ed i servizi di sicurezza del Vaticano.

Giovedì mattina, il presidente si e' recato al Senato della Repubblica per una visita di cortesia e per dei colloqui con alcuni senatori che per l'occasione hanno aperto le porte di palazzo Madama; dopo una breve illustrazione del palazzo, nella sala riservata agli ospiti d'onore, avveniva lo scambio di alcuni doni ad al termine tutti si recavano a pranzo presso il famoso ristorante Barbablu'.

La settimana romana si concludeva il venerdì con alcune importanti visite della delegazione all' aeroporto di Fiumicino dove sono stati ricevuti dal direttore, il quale illustrava le funzionalità dello stesso e autorizzava il personale della Polstato a simulare un intervento in caso di attacco terroristico. Successivamente il presidente faceva visita alla sezione ANPS di Fiumicino città ed al Commissariato di PS. Nel pomeriggio venivano ricevuti dal Dirigente del Primo Reparto Mobile di Roma, il quale accompagna il presidente e la delegazione a visitare tutta la caserma. In serata il presidente Cirelli offriva la cena presso il ristorante Michelangelo di Roma agli amici americani della NPDF e ai genitori e alla piccola Claudia.

<p">Sabato 29 l'Ispettore capo Cirelli, ha avuto il piacere e l’onore di accompagnare Mr. Joseph Occhipinti e la piccola Claudia con i suoi genitori all'aeroporto di Roma-Fiumicino per la partenza da Roma alla volta degli Stati Uniti d'America.

Domenica 30 agosto, il presidente Sergio Cirelli e' stato invitato presso l'aeroporto di Guidonia per assistere al Parashow 2015: campionati italiani di paracadutismo - discipline in cadute libere. In serata veniva invitato a cena a piazza Trinità de' Monti a Roma da alcuni imprenditori 

L’impegno romano per il presidente si e’ concluso lunedì 31 agosto con l'incontro presso il Centro Operativo della DIA a Roma, con i vertici della stessa che illustravano le loro  attività anche in campo internazionale.

Preme evidenziare che durante la sua breve missione umanitaria in Italia il presidente Cirelli veniva insignito di diverse onorificenze :

- Grand Cross for Academic Merit rilasciato dalla International Academy of St. George;

- L’Accademia Bonifaciana rilasciava il titolo di Accademico d'Ufficio;

- Il presidente ed il consiglio direttivo della Associazione ARGOS Forze di Polizia rilasciava l'Attestato d'Onore con la seguente motivazione: Per gli alti meriti nei settori della Sicurezza, della Giustizia e della Solidarietà’’;

- La Federazione Italiana dei Combattenti Alleati rilasciava il Diploma d'onore con allegata la Medaglia Europea.

Al termine della permanenza in quel di Roma, il Presidente si spostava prima a Napoli per un incontro con i colleghi della Questura e del reparto prevenzione crimine, e poi a Salerno per un meeting con il personale delle forze di polizia. 

Per concludere, il 6 settembre, l’Ispettore Capo veniva invitato a partecipare ad una cena nella città di Padula dove il presidente si incontrava con alcuni Testimoni di Giustizia, ed il giorno successivo presso la famosa certosa di Padula dove ha potuto presenziare alla XIV edizione del premio internazionale "Joe Petrosino”. In quell’occasione sono stati premiati: il famoso Comandante Alfa, il presidente dell'associazione Nazionale Testimoni di Giustizia Ignazio Cutro' ed il giornalista Sandro Ruotolo.

Rientrando a Roma, prima della partenza che lo avrebbe riportato a New York City, il Cirelli ha anche avuto modo di soffermarsi per una cena con il direttivo Argos Forze di Polizia ed il giorno della partenza ha avuto anche l’opportunità di pranzare con gli agenti della Polizia aeroportuale e con il personale della Guardia di Finanza.

Sono state senza ombra di dubbio due intense settimane ricche di incontri sia istituzionali che amichevoli:  eventi, cene e meeting che hanno permesso e permettono di mantenere costante un importante collegamento tra Italia e Stati Uniti, collegamento fondamentale non soltanto dal punto di vista della lotta al crimine internazionale ma anche dal punto di vista umano: tutto ciò permette il mantenimento di una proficua e continua collaborazione Italia-Usa sotto molteplici aspetti.

                                                                                                           LaGa

Traduttore Google


Joomla! Translation

Ultimissima!

Il presidente Sergio Cirelli alla XVesima edizione del Premio Internazionale “Joe Petrosino”

 

Il presidente Sergio Cirelli alla XVesima edizione del Premio Internazionale “Joe Petrosino” 

 

 

Il Presidente della Associazione “ANPS USA sezione New York e New Jersey Lt. Joe Petrosino” Ispettore Capo della Polizia di Stato Sergio Cirelli è stato invitato Sabato 10 Settembre alle ore 10:30 presso Certosa di San Lorenzo (Padula) alla XVesima edizione del Premio Internazionale “Joe Petrosino”.-

L’evento è organizzato dalla Associazione Internazionale “Joe Petrosino” del Presidente Vincenzo La Manna che insieme a tutto il direttivo all’unanimità ha fortemente richiesto la partecipazione del Presidente ANPS USA, il quale volerà in Italia direttamente da New York ed avrà il piacere e l’onore di poter premiare nel corso della manifestazione il Dottor Nicola Grattieri, attuale Procuratore della Repubblica di Catanzaro, il quale ha condotto varie operazioni nella lotta alla criminalità organizzata proprio negli Stati Uniti ed in particolare a New York con la collaborazione delle forze di polizie americane  e della Polizia di Stato. -
Nel corso della manifestazione, in cui saranno presenti anche l’attuale Sindaco di Padula Paolo Imparato e Nino Melito Petrosino pronipote di Joe Petrosino, verrano anche premiati il Comando Stazione Carabinieri di Secondigliano (NA) Giovanni Paparcuri, sopravvissuto alla strage del giudice Rocco Chinnici, e Giuseppe Costanza, sopravvissuto alla strage di Capaci.-Sarà dunque una ottima occasione per andare a consolidare ancor di più il rapporto oltreoceano creatosi tra le due associazioni intitolate a “Joe Petrosino” il poliziotto che sfido’ per primo la mafia italo-americana.-

 

Go to top